Windows® 7, End of Support

Tempo di lettura: 4' 26"

Il momento è arrivato: il ciclo di vita di Windows® 7 sta per concludersi. Sono passati 10 anni: il 22 ottobre 2009 Microsoft®, si appresta a lanciare sul mercato Windows® 7, versione riveduta e corretta del meno fortunato Windows® Vista. Il sistema operativo questa volta non delude le aspettative e conquista un solido consenso, anche grazie agli aggiornamenti e ai miglioramenti della versione iniziale. Windows® 7 oggi è un sistema ancora molto utilizzato: secondo le stime di NetMarketShare dell’agosto 2019, Windows® 7 è presente sul 36% dei PC presi a campione.

Nonostante questo, dopo 10 anni di vita e sviluppo, la parabola di Windows® 7 volge al termine: dopo 5 anni di Main Support e 5 anni di Extended Support, il sistema operativo entrerà nella fase di End of Support con l’aggiornamento di martedì 14 gennaio, l’ultimo del suo ciclo di vita.

Windows 7 Roadmap

Quali scenari si aprono dopo Windows® 7? E come procedere con l’aggiornamento a versioni di Windows® più recenti? Rispondiamo ad alcune domande per fare chiarezza sull’argomento.

  1. Windows® 7…ma quale versione?
  2. Ora cosa succede? Cosa vuol dire “end of support”?
  3. Voglio passare a nuove versioni di Windows®: meglio Windows® 10 Professional o Windows® 10 IOT Enterprise?
  4. Come faccio ad acquistare l'aggiornamento di Windows® per i sistemi FEC?
  5. E se avessi la necessità di utilizzare sistemi con Windows® 7 ancora per qualche tempo?

 

 

Windows® 7…ma quale versione?

Windows® 7 dal 15 gennaio 2020 sarà in fase End of Support, ma questo si riferisce solo a Windows® 7 Pro/Ultimate FES (For Embedded Systems).

Le versioni Windows® Embedded Standard (WES) 7 e Windows® Embedded POSready 7, sistemi operativi installati sulla gran parte delle macchine professionali per “scopo fisso” e sui sistemi POSPC (quest’ultimo installato su molte delle nostre macchine in questi anni) hanno delle roadmap più lunghe: Windows® Embedded Standard 7, lanciato a luglio 2010, entrerà in EOS il 13 ottobre 2020; Windows® Embedded POSready 7, lanciato a ottobre 2011, non sarà più supportato dopo il 12 ottobre 2021. C’è quindi ancora tempo per gestire gli aggiornamenti su questo tipo di macchine e programmare il passaggio alle nuove versioni di Windows®.

Di seguito le 3 Roadmap a confronto:

Windows 7 Roadmaps: Pro-Ultimate| Embedded | POSready

 

 

Ora cosa succede? Cosa vuol dire end of support?

I PC con Windows® 7 continueranno a funzionare come al solito, senza alcuna limitazione di sorta, anche dopo il termine del 14 gennaio 2020. Il fatto che il sistema operativo sia entrato nella sua fase finale di vita, ovvero in “End of support” significa solo che Microsoft® ha smesso di rilasciare aggiornamenti di sicurezza periodici e di fornire supporto tecnico. Da qui in poi, per garantire la sicurezza del sistema ed evitarne la vulnerabilità sarà necessario aggiornare il sistema operativo a versioni più recenti di Windows.

 

Voglio passare a nuove versioni di Windows®: meglio Windows® 10 Professional o Windows® 10 IOT Enterprise?

Se avete deciso, come noi suggeriamo ai nostri clienti, di procedere con l’aggiornamento del sistema, la domanda successiva è: quale versione di Windows® è meglio scegliere? Dipende ovviamente dall’uso che si deve fare di una macchina.

Noi ci occupiamo di PC professionali per applicazioni speciali, sistemi embedded e “dispositivi con scopo fisso” e consigliamo di evitare Windows® 10 Professional e scegliere invece Windows® 10 IoT EnterprisePerché? Per evitare situazioni frequenti come quelle delle foto qui sotto:

Windows 10 Professional down

 

Windows® 10 IoT Enterprise è infatti una release progettata specificamente per i sistemi embedded (ad esempio sportelli bancomat, terminali POS, sistemi di automazione industriale, thin client, dispositivi medici, Digital Signage, chioschi multimediali etc) e presenta numerose funzionalità aggiuntive per uno scenario di tipo professionale.

 

Windows 10 PRO VS Windows 10 IoT Enterprise

Dall’immagine qui sopra si può avere un’idea generica degli scopi e delle funzionalità dei due sistemi a confronto. Su Window®s 10 IoT Enterprise, ad esempio, è possibile un’alta personalizzazione del prodotto grazie ai filtri di controllo: ad esempio il filtro UWF, che consente di proteggere dalla scrittura una partizione del disco o l’intero sistema o i filtri USB, Touch e KB che permettono di bloccare specifici comandi per evitare accessi incontrollati su apparecchi non presidiati.

Su questa versione di sistema operativo è inoltre possibile installare tutte le lingue desiderate (MUI) senza sovrapprezzo, contrariamente ad esempio alla versione Windows® 7 che richiedeva la licenza Ultimate per poter beneficiare di questa funzionalità.

Un ulteriore vantaggio, non meno importante, è dato dal fatto che per questa versione del sistema operativo - al contrario delle versioni Professional e/o Enterprise - la Microsoft® ha previsto una politica di prezzi legata alle tipologie di microprocessore su cui viene effettuata l’installazione: meno è potente il processore, meno costosa la licenza.

Se vuoi approfondire le caratteristiche di Windows® 10 IoT Enterprise, ti consigliamo di leggere il nostro articolo sull’argomento o di consultare la nostra guida su "Windows® 10 IoT Enterprise nel dettaglio", un riassuno più dettagliato da consultare e scaricare con le caratteristiche approfondite del sistema operativo (Withe paper in PDF, 500 KB).

 

Come faccio ad acquistare l'aggiornamento di Windows® per i sistemi FEC?

Se hai la necessità di effettuare il passaggio a Windows® 10 dei sistemi FEC, non esitare a contattarci. La direzione commerciale di FEC Italia è a tua disposizione per accompagnarti nella transizione verso il tuo nuovo sistema operativo Windows®.

PORTAMI AI CONTATTI

 

E se avessi la necessità di utilizzare sistemi con Windows® 7 ancora per qualche tempo?

Nella parabola di conclusione del ciclo di vita di Windows® 7 è stato previsto anche lo scenario per cui si abbia necessità di utilizzare ancora per qualche tempo questo sistema operativo. Dal 14 gennaio si potrà infatti ottenere a pagamento aggiornamenti di sicurezza definiti ESU (Extended Security Updates), che includono secondo il Microsoft Security Response Center (MSRC) aggiornamenti della protezione per problemi critici e importanti per i sistemi operativi Windows® 7 Professional e Windows® 7 Enterprise per un massimo di 3 anni (ovvero entro il 2023): tempo a sufficienza per pianificare ed effettuare la migrazione di tutti i sistemi a nuove versioni di Windows. Questi aggiornamenti richiedono un apposito contratto per ogni singolo cliente, sono abbastanza onerosi e sono consigliati solo per quei clienti con un numero elevato di sistemi “critici”. Invitiamo gli interessati a prendere contatto con la nostra Direzione se volessero esplorare questa possibilità.

Windows 7 ESU

Condividi