Attenti alla crisi dei microchip

01 giugno 2021

Pat Gelsinger afferma che mentre l'industria ha adottato misure per affrontare i vincoli a breve termine, potrebbero volerci ancora un paio d'anni prima che l'ecosistema superi i limiti di capacità di fonderie, substrati e componenti.

 

La carenza globale di chip, che ha colpito le aziende di elettronica di tutto il mondo, potrebbe continuare per i prossimi due anni, ha affermato l'amministratore delegato (CEO) di Intel Pat Gelsinger, in diretta ieri, 31 maggio, dalla fiera digitale Computex 2021. Gelsinger ha affermato che la pandemia ha portato a un "ciclo di crescita esplosiva" nel settore, mettendo a dura prova la catena di approvvigionamento. "Mentre l'industria ha adottato misure per affrontare i vincoli a breve termine, potrebbero volerci ancora un paio d'anni per l'ecosistema per far fronte ai limiti di capacità di fonderie, semilavorati e componenti ", ha aggiunto.

Gelsinger ha anche affermato che l'intera catena di fornitura dovrà “cogliere l'occasione” per superare questo tipo di carenze. “Che si tratti di moduli Wi-Fi, substrati, pannelli o qualsiasi altro componente critico, la mancanza di fornitura frena la crescita di cui abbiamo bisogno per rifornire l'economia mondiale ", ha detto.

 

Il CEO di Intel non è l'unico che si aspetta che la carenza continui ben oltre alcuni trimestri, anche se questa potrebbe essere la prima volta che l'industria ha affermato pubblicamente che l'impatto potrebbe continuare oltre il prossimo anno. L’avvertimento era stato già diffuso il 12 maggio scorso da Kanishka Chauhan, principale analista di ricerca presso Gartner Inc., società multinazionale che si occupa di consulenza strategica, ricerca e analisi nel campo della tecnologia dell'informazione, affermando: “La carenza di semiconduttori interromperà gravemente la catena di approvvigionamento e limiterà la produzione di molti tipi di apparecchiature elettroniche nel 2021. Le fonderie stanno aumentando i prezzi dei wafer e, a loro volta, le aziende di chip stanno aumentando i prezzi dei dispositivi".

Altra segnalazione sulla questione dello shortage dei microchip risale a marzo 2021, quando Hock Tan, presidente e CEO di Broadcom, durante una chiamata sugli utili a marzo, ha dichiarato: "Vediamo clienti che accelerano le prenotazioni per le consegne anticipate e tentano di creare buffer e creare lo squilibrio tra domanda e offerta che sentite tutti là fuori". Il 90% della fornitura del 2021 di Broadcom era già stata ordinata dai clienti in quel momento.

 

Vista la situazione e con la prospettiva di una crisi del microchip che potrebbe protrarsi per i prossimi due anni, ai nostri clienti consigliamo di programmare gli acquisti e fare un po’ di scorte, per evitare di trovarsi davanti a tempi di attesa molto lunghi o indisponibilità in caso di urgenza.

 

Guarda l'intervento di Pat Gelsinger al Computex 2021:

 

Leggi l’articolo complete in lingua inglese qui